Menu Chiudi

Team La Verde: il futuro è oggi

La voce della mountain bike nazionale per eccellenza di Alfio Montagnoli ha accompagnato la presentazione del Team La Verde 2019. Luogo dell’evento Calestano, territorio dell’Appennino Parmense molto amato da chi pratica sport fuoristrada come la mtb.


La Sala Borri, presso la sede della Pro Loco di Calestano, è gremita. I posti a sedere sono per gli ospiti, i ragazzi del Team La Verde, le loro famiglie e qualcuno resta pure in piedi, ma la festa sta per iniziare e nessuno si vuole perdere la sfilata del settore giovanile del Team parmigiano. Alfio Montagnoli attacca con la musica di sottofondo e la sua voce dà il benvenuto agli ospiti in sala.

Alfio Montagnoli, lo speaker

Accanto a lui, per iniziare, chiama il primo ospite, o forse dovremmo dire il padrone di casa, Francesco Peschiera, Sindaco di Calestano che oltre a portare il saluto da parte di tutta l’amministrazione comunale, ringrazia il Team La Verde per il lavoro che ha fatto in questi anni, grazie anche e soprattutto alla Montagnana Gold Mtb Race, che ha fatto conoscere il territorio dell’Appennino circostante a numerosi biker provenienti da diverse regioni italiane più o meno vicine. Per il 2019 Calestano rimarrà orfana della granfondo che prende il nome dal Monte Montagnana, ma il sindaco ne è convinto “la collaborazione con lo staff del Team La Verde non finisce. In primis, a luglio, ci sarà la gara dedicata ai Giovanissimi, la 3° edizione della Montagnana Gold Kids e poi stiamo studiando un percorso permanente per i più grandi – esordienti e allievi – che potranno venire ad allenarsi anche qui a Calestano”.

Francesco Peschiera, sindaco di Calestano

Dopo il congedo di Peschiera, il microfono passa al Presidente del Team La Verde, Gianfranco Alfieri che, riallacciandosi al discorso della pausa della Montagnana Gold Mtb Race, ringrazia non solo l’amministrazione comunale, ma anche il Soccorso Alpino, la Protezione Civile, l’Assistenza Pubblica, la Pro Loco e il Gruppo Anziani di Calestano “che in tutti questi anni hanno fornito il loro indispensabile aiuto alla manifestazione e alla sua crescita”. Alfieri è grato a loro e anche ai ragazzi del team che si sono sempre impegnati con tanta passione alle iniziative intraprese dalla squadra, “ma per il momento la gara e il settore amatoriale devono far posto ad altre attività e soprattutto ai giovani che sono il nostro futuro”. Ciò non significa che il Team La Verde abbandonerà il settore amatoriale, ma lo farà dedicandovi energie diverse e dando spazio all’escursionismo e al crescente entusiasmo per l’E-Bike, settore che in sala è rappresentato da Gianluca Zanotti, consigliere insieme a Devis Bottazzi e Paolo Ballarini entrambi responsabili del settore amatoriale, e al vice presidente Anna Celenta, responsabile oltre che della comunicazione anche del settore giovanile, tutti chiamati al microfono per raccontare quali saranno le attività del 2019.

il Consiglio da sinistra Gianfranco Alfieri, presidente, Anna Celenta, vice presidente, Gianluca Zanotti, resposnabile settore E-bike, e Paolo Ballarine insieme a Devis Bottazzi (assente) responsabile amatori

In sala anche Angelo Mora, Presidente di Acsi settore ciclismo di Parma e Mauro Melegari, nelle vesti di Vice presidente provinciale della Federazione Ciclistica Italiana. “Come dirigente di un’altra società giovanile, il GS Torrile – ha dichiarato quest’ultimo – quando nel 2016 mi è stato comunicato che una società come il Team La Verde avrebbe intrapreso la strada del settore giovanile ne ero entusiasta, tra di noi c’è stata fin da subito collaborazione e sono fiducioso nel futuro di questi ragazzi”.

da sx Angelo Mora, presidente Acsi settore ciclismo Parma e Mauro Melegari, vice presidente provinciale FCI

Angelo Cornacchione, titolare de La Verde Impresa di Pulizie, ha raccontato la trentennale esperienza con la società che ha preso il nome della sua azienda, manifestando il suo entusiasmo quando Gianfranco Alfieri gli ha proposto di intraprendere un nuovo percorso con i giovani: “Nel Team La Verde ci sono persone che hanno trascorso ben 30 anni con questa squadra, persone che oggi non sono più tanto giovani e che saranno sempre la colonna portante del team, ma quando Gianfranco mi ha proposto di accogliere i ragazzi non gli ho fatto nemmeno terminare il discorso, accettando subito qualsiasi cosa avesse voluto fare per i bambini e i ragazzi. Spero che quello di oggi sia solo l’inizio di altri 30 anni insieme”.

Angelo Cornacchione, titolare de La Verde Imprese di Pulizie e main sponsor del team

Presenti in sala anche i rappresentanti di alcune delle altre aziende grazie alle quali la società può continuare le sue attività, tra questi Massimo Campanini, dell’omonima azienda produttrice di Parmigiano Reggiano che insieme alla moglie Silvia Orlandi fa anche parte della società: “Ho poco tempo a disposizione da dedicare alla società e l’unico aiuto che potevo dare, per far sentire la mia presenza e partecipazione, era quello economico”. Ha dichiarato timidamente Campanini al microfono di Montagnoli.

Massimo Campanini, dell’omonimo caseificio produttore di Parmigiano Reggiano

Anche Marcello Bocchi è socio del Team da diversi anni e come Campanini, attraverso l’azienda che rappresenta, il Poliambulatorio Dalla Rosa Prati, ha fornito un contributo concreto alla team. Oltre a loro ci sono altre aziende storiche come Sicmi e Greenblock e altre di recente ingresso come Guazzi 2.0.

Marcello Bocchi, Poliambulatorio Dalla Rosa Prati

Infine, ma non per importanza, Rosti Maglificio Sportivo che ha disegnato e realizzato la divisa del Team La Verde 2019 e con il quale la squadra collabora già dall’anno precedente. È stato Sandro Parlanti in rappresentanza del maglificio ha raccontare com’è avvenuto l’incontro con il team e l’idea del nuovo ed esclusivo design: “Nel 2017 Rosti era sponsor del circuito Mtb Emilia Romagna, dove ho conosciuto Gianfranco Alfieri che insieme al Team La Verde era tra gli organizzatori. Fu lui a darci fiducia e quest’anno ci ha anche dato carta bianca per la realizzazione della nuova grafica”. (Per chi se lo chiedesse, i fiori rappresentati sulla nuova divisa sono dei papaveri, simbolo da La Verde Impresa di Pulizie, ndr).

Sandro Parlanti seduto insieme ai Giovanissimi del Team La Verde che indossano la divisa disegnata e realizzata da Rosti Maglificio Sportivo

Ecco che Alfio Montagnoli chiama accanto a se Diego Concari, Direttore sportivo (tecnico istruttore di 2° livello FCI) del Team La Verde senza il quale la squadra non avrebbe potuto aprire le porte ai giovani nel 2016. Da allora sempre più ragazzi hanno abbracciato la mountain bike, anche se Concari ci tiene a precisare che a partire dai Giovanissimi viene insegnata la tecnica del ciclismo dalle basi fino all’approfondimento delle vari discipline: “I ragazzi si allenano due volte a settimana al campo scuola di San Michele Tiorre, nel vicino Comune di Felino, qui si apprendono le principali nozioni tecniche. Nella pista di Fiorenzuola (Piacenza) ci sia allena per la strada e con i più grandi abbiamo appena concluso la stagione di ciclocross”. Nel 2019 tutti i ragazzi faranno sia gare su strada sia fuoristrada, ma anche tipo pista. Naturalmente l’xc è la vocazione della società come quella dei ragazzi che vi si iscrivono, per questo i circuiti sposati dal direttore sportivo sono principalmente quelli fuoristrada: l’Emilia Baby Cup per i Giovanissimi (la 3° Montagnana Gold Kids del 7 Luglio a Calestano ne farà parte, ndr), che partirà a Tabiano ad aprile.

Diego Concari, direttore sportivo 2° livello

Le gare di Coppa Italia e del Campionato Italiano Giovanile di Società oltre al circuito Santa Cruz Series impegneranno invece esordienti e allievi. Prima di chiamare i bambini e i ragazzi, Montagnoli ha voluto lasciare il microfono ai nuovi direttori sportivi che affiancheranno Diego Concari nel settore giovanile e nello specifico quello dei bambini più piccoli dai 6 ai 12 anni: Angela e Morena Cerati e Anna Celenta, reduci da un paio di mesi dall’esame della Federazione Ciclistica Italiana che le ha abilitate a Tecnico Istruttore di 1° livello.

Angela Cerati, neo direttore sportivo tecnico di 1° livello

 

Morena Cerati, neo direttore sportivo tecnico di 1° livello

Finalmente arriva il momento clou, partendo dalle categorie dei più piccoli, i Giovanissimi del Team La Verde presenti vengono chiamati uno a uno sul palco e così per i G1 arrivano Romeo Concari, Nicolò Gola e Marco Zanotti; per i G2 li raggiungono Riccardo Bongiorni, Lirio Concari, Ettore Del Soldato, Samuele Ditommaso, Andrea Mavilla; unico G4, per il momento, è Riccardo Ghinelli; mentre tra i G5 abbiamo la prima fanciulla, forse più agguerrita di molti maschietti suoi coetanei, Amaranta Concari, insieme a lei correrà anche Asia Baistrocchi, assente alla presentazione, ci sono però Marco Benassi, Pietro Bergenti, Lorenzo Gola, Mattia Marchignoli e infine i più grandi, i G6 che in sala sono rappresentati da Martina Salvanelli nella categoria femminile e Alberto Monica e Francesco Ollari in quella maschile. La G2 quest’anno sarà la categoria promozionale più numerosa, poiché oltre ai bambini citati si sono già iscritti al Team La Verde anche Samuele Rossini e Samuele Michelotti.

G1 e G 2 insieme ai tecnici di 1° livello

Segue la sfilata dei ragazzi che stanno facendo conoscere il Team La Verde fuori dall’Emilia Romagna. Unico Esordiente di 1° anno è Alessandro Crisci, mentre sono numerosi e anche molto preparati gli Esordienti di 2° anno, ossia i quattordicenni del gruppo: Matteo Benassi, detentore già di due titoli e delle rispettive maglie, Campione Regionale xc 2018 e Campione Regionale cx 2019, Jader Concari, Luca Calestani, Marco Carretta, Emanuele Conti, Nicola Cucca, Andrea Garsi, Lorenzo Riccardi, Luca Silva, Gabriele Scauri e l’unico Allievo, al momento, Riccardo Del Bono.

Esordienti e allievo insieme al tecnico di 2° livello

La serata si conclude con un annuncio da parte del presidente del Team La Verde Gianfranco Alfieri che auspica un futuro e duraturo accordo con un’importante azienda di Parma, la concessionaria Carebo che ha da poco inserito il marchio di bici KTM, esposte in Sala Borri per l’occasione. David Ferrari, titolare di Carebo prende il microfono per ultimo e conferma che “è sua intenzione intraprendere un cammino con il Team La Verde e affiancare la squadra nel settore giovanile sia con Carebo sia con il marchio KTM”.

Davide Ferrai, Carebo e Angelo Cornacchione

Come una cenerentola su due ruote, alle 18 in punto gli ospiti vengono congedati da Alfio Montagnoli perché la sala deve essere sgombrata per il ballo del sabato sera e mentre la febbre impazza tra gli anziani di Calestano, i giovani e meno giovani del Team La Verde si godono un pantagruelico rinfresco presso la Caffetteria Centrale di Calestano.

di Anna Celenta

foto di Davide Benassi

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *